Perché visitare il percorso museale di Santa Maria Novella - Il Grillo
427
post-template-default,single,single-post,postid-427,single-format-standard,cookies-not-set,vcwb,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-3.7,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.3,vc_responsive

Perché visitare il percorso museale di Santa Maria Novella

Sapevi che il percorso museale di Santa Maria Novella ha da poco ampliato l’offerta culturale del complesso?

 

Dal 17 aprile sono visitabili anche il magnifico Chiostro Grande, il suggestivo Dormitorio settentrionale nonché la Cappella del Papa, fruibile con visite guidate.
E’ enorme l’importanza storica e artistica degli spazi aperti alla pubblica fruizione, a partire dal trecentesco Chiostro Grande. Così detto per le monumentali dimensioni dei suoi lati, costituiti da 56 campate a tutto sesto, ospita uno straordinario ciclo di affreschi dipinti in massima parte nel Cinquecento dai maggiori pittori dell’Accademia fiorentina, tra i quali Alessandro Allori, Santi di Tito e il Poccetti.
Il suggestivo Dormitorio che delimita il lato settentrionale del Chiostro Grande, costruito entro i primi decenni del Trecento, si caratterizza per la maestosità dell’ambiente spartito da due sequenze di snelli pilastri che sostengono volte a crociera; sulle sue pareti si conservano alcuni resti dell’originaria decorazione pittorica che ne rivestiva le superfici.
Al primo piano del lato settentrionale del Chiostro Grande si trova un vero e proprio ‘gioiello’ della pittura fiorentina nella fase di transizione fra Rinascimento e Manierismo, la Cappella del Papa: ultimo vestigio degli smantellati appartamenti papali di Santa Maria Novella, la cappella fu predisposta per Leone X de’ Medici in occasione della sua entrata a Firenze il 30 novembre 1515 con una decorazione che venne affidata a Ridolfo del Ghirlandaio e portata a termine dal Pontormo.

E dopo la visita perché non fare un salto al Grillo? Ti aspettiamo!

No Comments

Post a Comment